I riti della Settimana Santa nel Salento

In tutti i paesi e i borghi salentini i riti religiosi della Settimana Santa prendono vita dal giovedì.

sabburchi

A sera, dopo l’ultima cena, in ogni chiesa vengono deposti i cosiddetti sabburchi (sepolcri), che orneranno anche nella giornata successiva le stazioni della Via Crucis per le strade del paese. Tipici delle nostre zone, con il termine sabburchi sono denominati i germogli del grano o dell’orzo, messi a germogliare in assenza di luce. Al riparo dal sole, senza la fotosintesi, il grano germoglia per 40 giorni di un colore chiaro simbolo di purezza e resurrezione. Il giorno successivo la chiesa appare spoglia, la messa povera, senza addobbi e canti – scerrata.

Il Venerdì Santo è il giorno del dolore, della Via Crucis. Il corpo di Cristo, deposto dalla croce, accompagnato dalla statua della Madonna Addolorata viene portato in processione. E’ un momento toccante e particolarmente seguito in alcune cittadine del Salento come Galatina, Gallipoli e Maglie. Qui la processione dei misteri del venerdì, coinvolge tutte le parrocche e i confratelli indossano abiti scuri e scarpe nere tirate a lucido. A Gallipoli, la processione, detta de “L’Urnia“, inizia nel pomeriggio e continua sino alle due di notte, con i penitenti scalzi ed i confratelli che si percuotono da soli flagellandosi.
Il sabato mattina, si ripete il rito della processione per le strade di Castro, le campane sono mute, per le strade solo il rumore di qualche ‘Trozzula’, strumento oramai raro le cui origini si perdono nella civiltà Inca. La chiesa rimane sempre ‘scerrata’.

settimana santa

La notte tra sabato e domenica, si ripete nella veglia pasquale il mistero della Resurrezione. Le Chiese lo annunciano con il suono festoso delle campane e i fedeli seguono la messa in Chiese sempre più gremite. Tutte le luci tornano a splendere e il coro canta l’Alleluja.
E’ questa e molto altro  la tradizione salentina, che vale la pena di essere vissuta e che riesce ad ammaliare il visitatore in tutti i periodi dell’anno, permettendo di godere delle bellezze naturali, storiche e culturali in ogni momento.

Vi aspettiamo nel Salento, nel nostro b&b nel Salento a Castro per la Domenica delle Palme e Pasqua